Come si legge l’etichetta del miele

Etichetta del miele

Il miele deve essere sempre un prodotto completamente naturale perciò non può contenere additivi chimici o naturali, né conservanti o coloranti. La sua qualità dipende dall’origine (che può essere di nettare/fiore o di melata), dal metodo di estrazione, dalla provenienza floreale o vegetale.

Sempre dalle piante di origine dipendono il colore, che può variare da una tonalità quasi incolore (come il miele di eucalipto) a una nuance marrone scuro (come il miele di castagno), il sapore e la consistenza. Quest’ultima può essere fluida (come per il miele di acacia), densa o cristallizzata.

Ma vediamo nel dettaglio che cosa deve essere obbligatoriamente indicato nell’etichetta del miele. Prima di tutto, in bella vista, deve essere scritta la denominazione di vendita: vale a dire il nome del prodotto che deve contenere necessariamente il termine “miele”. Accanto a quest’ultimo possono essere specificati l’origine floreale o il metodo di produzione (per esempio “miele di acacia biologico”).

Si può anche specificare che non è scaldato, mentre non si possono scrivere virtù che il miele deve necessariamente avere, come per esempio dire che è ottenuto “solo dalle api” o che è “100% miele”. Tutto il miele deve essere ottenuto solo dalle api e ogni vasetto il contenuto deve essere al 100% di miele, quindi non lo si deve specificare o farlo passare come una qualità “speciale”.

Altre indicazioni obbligatorie sono: la quantità netta, il lotto di produzione, il termine minimo di conservazione, le informazioni sul produttore o confezionatore (ragione sociale e sede dello stabilimento), i consigli sulla conservazione, la tabella nutrizionale e il Paese di origine, eventualmente specificando anche la regione o l’indicazione territoriale.

Per quanto riguarda il Paese di origine, se scrive per esempio che il miele è italiano, vuole dire che è stato interamente prodotto in Italia, altrimenti, se il vasetto contiene miele raccolto in più Paesi, probabilmente nel numero del lotto di produzione ci saranno le lettere identificative di tali Paesi che devono essere individuabili grazie alla indispensabile presenza di una legenda. La legenda non serve, invece, se il miele è prodotto in un solo Paese.

Esplora migliaia di prodotti artigianali su Artimondo

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*