Prodotti tipici calabresi: le eccellenze silane bio

Formaggi e salumi tipici calabresi, o meglio silani, olio e peperoncino piccante. Eccellenze gastronomiche di questa terra baciata dal sole, prodotte in modo biologico e artigianale dalla Fattoria Biò con sede a Camigliatello Silano (Cosenza). Durante la ventunesima edizione de L’Artigiano In Fiera, Tgcom24 ha intervistato Saverio Grillo che prosegue nel solco di una tradizione di famiglia lunga cinque generazioni coniugando genuinità, qualità e innovazione, con meritato successo sia sul mercato nazionale sia all’estero.

Eccoci qui a L’Artigiano in Fiera. Il nostro giro su e giù per l’Italia alla ricerca delle eccellenze di questa manifestazione questa volta fa tappa in Calabria. Siamo con Saverio Grillo che viene da Camigliatello Silano e ci presenta Fattoria Biò, realtà nuova nel nome ma di fatto antica, per una tradizione di famiglia alla quinta generazione…

Sì, Fattoria Biò è il nuovo nome della nostra azienda che nasce dall’esperienza di una famiglia di antica tradizione agricola e contadina. Nati come allevatori, man mano abbiamo fatto oltre ai formaggi, i salumi e abbiamo creato l’agriturismo Fattoria Biò che produce appunto prodotti tipici silani. Oggi siamo come detto alla quinta generazione e l’azienda è pian piano cresciuta sia a livello zootecnico sia agricolo, con due corpi aziendali, uno in Sila, in montagna, e uno giù a Rossano, al mare. Noi pratichiamo ancora la transumanza degli animali, d’estate siamo su in in Sila sui pascoli verdi e d’inverno scendiamo sulle pianure della zona di Rossano.

Qual è il vostro pezzo forte?

Tra i nostri pezzi forti non può mancare il caciocavallo silano, apprezzato e conosciutissimo… Tra i vari formaggi che facciamo c’è poi quello al fieno, stagionato, affinato, nel fieno per 4-5 mesi: è un pecorino misto con un po’ di capra, veramente un prodotto di grande eccellenza. Poi ci sono i nostri salumi: la sopressata, la salsiccia, la ‘nduja; abbiamo insomma una vasta gamma di prodotti, compreso olio e  peperoncino. L’assortimento di prodotti in azienda insomma non manca…

Il  tutto nel solco della tradizione: la produzione si allaccia alla grande tradizione gastronomica calabrese, ma è a conduzione biologica. Che cosa vuol dire?

La Sila si presta già di suo come territorio alle produzioni bio, senza concimi chimici. La Sila è un altipiano vastissimo, abbiamo oltre 10mila ettari di superficie coperta, fare produzione biologica qui è semplice: la Sila è riconosciuta come patrimonio Unesco e come area più pura d’Europa, un territorio incontaminato e affascinante… La nostra filosofia è di continuare a fare il bio perché diamo più garanzie al consumatore. Noi non usiamo prodotti chimici ma facciamo rotazioni agrarie molto lunghe, con concimazione di fertilizzanti naturali come il letame prodotto in azienda. Anche la lavorazione del latte avviene senza prodotti chimici, solo latte a crudo dei nostri animali.

Ci sono delle difficoltà legate a questo tipo di procedimento o la soddisfazione del cliente “vince” su tutto?

Produrre in modo artigianale e biologico è molto sacrificante, perché credere in un’attività come la nostra e stare sul mercato a queste condizioni, con tutti i processi produttivi realizzati senza l’uso della chimica, non è facile. Però la nostra soddisfazione è quella di poter dare ai clienti e agli ospiti dell’agriturismo prodotti tipici silani sani e genuini, perché io penso che il futuro (così come il presente) sia la qualità…

Dove vi si può trovare? Si può venire direttamente all’Agriturismo Fattoria Biò di Camigliatello Silano, ma nel resto d’Italia qual è la vostra distribuzione ?

Noi abbiamo i nostri punti vendita aziendali, più quelli a Cosenza e a Rossano. Abbiamo poi una distribuzione sia online sia con rivendite fisiche sparse un po’ in tutta Italia: dal Piemonte alla Lombardia fino al Lazio. Siamo una bellissima realtà e proponiamo i nostri prodotti tipici silani anche all’estero.

Ecco, all’estero: la Calabria vuole conquistare il Giappone, mi sembra di capire…

Sì, abbiamo avuto questa bellissima idea qualche anno fa di promuovere i nostri prodotti anche in Giappone dove abbiamo creato un’attività nuova per i giapponesi, un caseificio Fattoria Biò Japan che ci ha dato grandi soddisfazioni. I giapponesi hanno apprezzato tantissimo il nostro made in Italy e i nostri prodotti tipici silani: oggi stiamo cercando di produrre oltre al caciocavallo e alla mozzarella altri tipi di formaggio che pian piano stiamo cercando di inserire sul mercato. E domani inizieremo anche con i salumi.

‘Nduja e pesce crudo: può essere l’innovazione del futuro…

Certo, i giapponesi già apprezzano la ‘nduja perché è un prodotto che piace tantissimo ed un prodotto di eccellenza conosciuto in tutto il mondo. Loro stanno già iniziando a consumarla con il pesce e il prossimo progetto sarà proprio la creazione di un salumificio basato sulla lavorazione della ‘nduja… Infine volevo ringraziare la Regione Calabria che ci ha ospitato in questa meravigliosa Fiera… Abbiamo visto molte presenze in più in questa edizione della Fiera, per un appuntamento che dà sempre molta visibilità e tantissime opportunità alle aziende e a noi per far conoscere le eccellenze calabresi.

Esplora migliaia di prodotti artigianali su Artimondo

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*